Il trasferimento d’azienda in Bulgaria può riguardare l’intero complesso dei beni dell’azienda o un suo ramo particolare. Molto spesso, il diritto di proprietà su un’azienda, come complesso di diritti, obblighi e rapporti giuridici, viene trasferito da un contratto di compravendita. Tuttavia, è anche possibile che il trasferimento d’azienda avvenga attraverso un altro metodo. Ad esempio, contratto di donazione, contributo in natura o fusione.

Secondo il diritto commerciale bulgaro il termine “azienda” include:
  • tutti beni materiali e beni immateriali – diritti di proprietà e diritti reali minori, azioni e quote societarie, diritti di marchio, ecc.
  • tutti gli obblighi – debiti e crediti con banche, ecc.
  • rapporti giuridici – segreti commerciali, know-how, clientela, canali di distribuzione, ecc.

In primo luogo, è importante notare che un’azienda può essere trasferita solo se tutti i salari, compensi e contributi previdenziali obbligatori, inclusi lavoratori e dipendenti i cui rapporti di lavoro sono stati interrotti fino a tre anni prima del trasferimento, sono stati pagati. Tuttavia, l’azienda può essere trasferita senza il pagamento di tali obblighi, solo se le parti convengono espressamente che il cessionario dell’azienda pagherà tali obblighi.

In secondo luogo, il cedente deve informare l’Agenzia Nazionale delle Entrate.

L’Agenzia delle Entrate rilascia un certificato di notifica completata entro 60 giorni dalla data di ricezione della notifica.

In terzo luogo, consigliamo vivamente di fare una perizia per definire un prezzo di mercato dell’azienda. Pertanto, il cedente eviterà controversie con le autorità fiscali. Tieni presente che la vendita di un’azienda non è una fornitura di beni o servizi ai sensi della Legge sull’IVA bulgara. Pertanto, al prezzo non viene aggiunta l’IVA.

In quarto luogo, il cedente ed il cessionario devono concludere un contratto di compravendita dell’azienda. Le parti devono essere presenti contemporaneamente davanti al notaio. 

Il trasferimento d’azienda in Bulgaria ha effetto dal momento della registrazione dell’contratto di cessione presso il Registro delle Imprese. Quando i documenti sono presentati da un avvocato, è dovuto solo il 50% della tassa statale.

Nel caso in cui l’azienda comprende beni immobili o diritti reali minori su beni immobili, il contratto di compravendita è subordinato all’iscrizione nel Registro immobiliare. Se l’azienda comprende marchi e brevetti, il contratto deve essere registrato presso l’Ufficio Brevetti.

Successivamente, il cedente deve informare tutti i creditori e debitori dell’avvenuta cessione. Salvo patto contrario con i creditori, il cedente è solidalmente responsabile con il cessionario fino all’ammontare dei diritti ricevuti. I creditori con debiti scaduti devono prima rivolgersi al cedente dell’azienda.

Inoltre, il cessionario deve gestire separatamente l’azienda per un periodo di 6 mesi dalla data di iscrizione del trasferimento al Registro delle Imprese. Si tenga presente che secondo l’art. 124, par. 2 della Legge bulgara sull’imposta sul reddito delle società il cessionario sostiene la responsabilità solidale per i debiti fiscali del cedente fino all’ammontare dei diritti ricevuti. I diritti ricevuti sono valutati a prezzi di mercato.

In riferimento ai contratti di lavoro, in caso di trasferimento dell’azienda il rapporto di lavoro continua con il cessionario.

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci via e-mail: office@kgmp-legal.com o chiamaci al numero: +359 2 851 72 59.

Invia una richiesta

Contatti
Primo
Scorso