Il diritto di recesso del socio da una S.R.L. bulgara è il potere che ogni socio ha di cessare unilateralmente la sua partecipazione nella società. Viene spesso utilizzato quando il socio non può vendere la sua quota sociale agli altri soci oa terzi.

L’avviso di recesso è una lettera con cui un socio notifica ad altri soci la propria intenzione di cessare la sua partecipazione societaria nella società. Non sono previsti requisiti formali per tale avviso. Non importa perché il socio vuole cessare la sua partecipazione nella S.R.L.

Il socio deve dare un preavviso scritto di almeno 3 mesi inviato all’attenzione dell’Assemblea Generale e agli altri soci.

L’avviso di recesso può essere presentato all’ufficio della società o inviato per posta, corriere, posta elettronica, ecc. Per evitare il rischio di controversia sulla data di ricezione dell’avviso, solitamente esso viene depositato presso un ufficio notarile e il notaio notifica alla S.R.L.

Il termine di 3 mesi decorre dalla data di ricevimento della notificazione da parte della società. La partecipazione societaria del socio si interrompe automaticamente dal giorno successivo alla data di scadenza del termine. Pertanto, non è necessaria un’approvazione da parte dell’Assemblea generale dei soci.

Si prega di notare che l’Atto costitutivo della società può prevedere diverso termine di recesso e condizioni aggiuntive per uscire da una S.R.L.

Dopo la scadenza del termine di recesso il socio recedente ha il diritto di ricevere l’equivalente monetario alla sua quota di partecipazione alla proprietà societaria.

Le conseguenze patrimoniali derivanti dall’uscita del socio si effettuano sulla base del bilancio intermedio redatto alla fine del mese in cui è avvenuta la scadenza del termine di recesso.

È importante di notare che la legge bulgara non consente il calcolo dell’ammontare della quota del socio sia basato sul prezzo di mercato della proprietà societaria.

Tuttavia, nel caso in cui il bilancio intermedio è negativo, il socio recedente non riceverà nulla.

Se la società non paga la quota o se il socio recedente non è d’accordo con la valutazione della sua quota, può presentare un ricorso alla corte contro la società.

Non vi è alcun ostacolo a concludere un contratto tra il socio recedende e la S.R.L. in cui sono indicati l’importo, i termini e le modalità di pagamento della quota.

Dopo l’uscita del socio, i restanti soci possono:
  • acquistare la quota del socio recedente, o
  • ridurre il capitale della società con la quota del socio recedente, o
  • rilevare la quota liberata e pagare il suo valore monetario sul conto bancario della società.

Lo scopo della riduzione del capitale è quello di restituire le quote del capitale dei soci che hanno cessato la loro partecipazione.

La società è obbligata di intraprendere le azioni legali e fattuali che siano necessarie in relazione alla cessazione della partecipazione societaria del socio recedende sul fascicolo societario della S.R.L. nel Registro delle Imprese.

Non è necessario fornire la prova al Registro delle Imprese che la quota del socio è stata pagata.

L’uscita da una società a responsabilità limitata diventa effettiva nei confronti di terzi dalla data della iscrizione nel Registro delle Imprese.

Per ulteriori informazioni non esitare a contattarci via e-mail: office@kgmp-legal.com o chiamaci al numero: +359 2 851 72 59.

Invia una richiesta

Contatti
Primo
Scorso