Le Autorità bulgare hanno introdotto misure d’emergenza Covid-19 in Bulgaria.

Dal 21 marzo è vietato di viaggiare tra le diverse aree regionali di Bulgaria. Il divieto vale per tutti i cittadini bulgari e stranieri. La polizia ha allestito punti di controllo alle vie d’accesso e d’uscita da tutti i 28 distretti.

Si può viaggiare solo in caso di estrema necessità come segue:
  • per motivi di lavoro. In questo caso servono una dichiarazione del datore di lavoro e un modulo di autocertificazione;
  • per motivi di salute. In questo caso serve un certificato medico e un modulo di autocertificazione;
  • per rientro alla proprio residenza, domicilio o dimora abituale. In questo caso si devono esibire un documento d’identità attestante l’indirizzo di residenza e un modulo di autocertificazione;
  • necessità di prendersi cura di parenti o famigliari; 
  • necessità di procurarsi generi alimentari di prima necessità non disponibili nel comune di residenza.
Il modulo di autocertificazione è disponibile sul sito del Ministero degli Interni bulgaro.

È possibile recarsi all’aeroporto di Sofia dalle altre aree di Bulgaria solo per prendere voli per rientrare presso i propri paesi di residenza. In tal caso si devono stampare i biglietti e le carte d’imbarco e portarli con sé. Occore avere anche un modulo di autocertificazione.

È stato disposto il prolungamento di 6 mesi della validità dei permessi di soggiorno bulgari permanente o di lungo termine dei cittadini stranieri in scadenza durante lo stato d’emergenza Covid-19 in Bulgaria.

Fino alla fine della durata dello stato di emergenza rimangono chiusi tutti i bar, ristoranti, teatri, cinema, scuole, centri di sport e SPA, sale di fitness, musei e gli altri luoghi della cultura, alberghi e centri commerciali (all’interno possono restare aperte i supermercati, le farmacie e le banche).

Restano aperti tutti i negozi, i supermercati, le farmacie, le banche, le edicole, i tabaccai, l’attività di posta e corrieri, le attività professionali, le attività di riparazione e manutenzione autoveicoli, ecc.

Dalle 8.30 alle 10.30 possono entrare nei supermercati e nelle farmacie solo i cittadini di più di 60 anni.

Le attività notarili e le attività nei tribunali sono limitati ai casi che presentano carattere di urgenza. Sono sospesi tutti i termini di legge per le procedure arbitrali in corso, ad esclusione dei processi penali ed alcune cause civili.

È stato introdotto il divieto di andare a parchi, giardini pubblici e aree giochi per bambini, siano essi posti sia in spazi interni che esterni. Non è vietato di portare fuori i cani, ma non in gruppo.

I termini per i pagamenti delle utenze sono stati prorogati come segue:
  • le utenze di luce – 10 giorni oltre la scadenza;
  • le utenze di aqua – 40 giorni oltre la scadenza.

Le Autorità bulgare hanno raccomandato i datori di lavoro di introdurre per i loro dipendenti la forma di lavoro a distanza.

Dal 24 marzo al fino alla fine dello stato d’emergenza non potranno essere sottoposti a sequestro o pignoramento i conti correnti delle persone fisiche, nonché i loro salari.

Per ulteriori informazioni, non esitare a contattarci via e-mail: office@kgmp-legal.com o chiamaci al numero: +359 2 851 72 59.

Invia una richiesta

Contatti
Primo
Scorso