Il contratto di lavoro in Bulgaria deve essere stipulato tra il lavoratore e il datore di lavoro prima dell’inizio dell’attività di lavoro. La forma scritta è obbligatoria per la validità di un contratto di lavoro.

Il lavoratore deve presentare al datore di lavoro una serie di documenti prima di stipulare il contratto di lavoro come certificato medico, titolo che attesta una specifica esperienza o capacità professionale, ecc. Il datore di lavoro può chiedere il certificato del casellario giudiziale solo per alcuni lavori specifici.

Entro tre giorni dalla stipulazione del contratto di lavoro, il datore di lavoro invia un modulo standard di notifica all’Agenzia nazionale delle entrate.

Il datore di lavoro, prima dell’inizio dell’attività lavorativa, fornisce al dipendente una contropartita del contratto di lavoro, firmato da entrambe le parti, nonché una copia della notifica, certificata dall’Agenzia delle Entrate.

Contenuto del contratto di lavoro

Il contratto di lavoro in Bulgaria può essere redatto in lingua straniera ma deve contenere alcuni elementi obbligatori previsti dal Codice del lavoro bulgaro.

I requisiti del contratto di lavoro sono:
  • l’identità delle parti;
  • il luogo di lavoro;
  • la data di inizio del rapporto di lavoro;
  • il titolo della posizione e la natura del lavoro;
  • la retribuzione;
  • la durata e il periodo di prova, se previsto; 
  • l’orario di lavoro; 
  • le ferie;
  • i termini di preavviso in caso di recesso del rapporto di lavoro.

La descrizione del lavoro è parte integrante del contratto di lavoro.

Durata del contratto di lavoro

Secondo il Codice del lavoro bulgaro il contratto di lavoro può essere a tempo indeterminato o determinato.

Il contratto di lavoro deve intendersi come contratto a tempo indeterminato se non espressamente concordato diversamente. Non esiste una durata legale massima.

Un contratto di lavoro a tempo indeterminato non può essere trasformato in un contratto a tempo determinato, salvo che il dipendente lo desidera espressamente ed esprima tale desiderio per iscritto.

Un contratto di lavoro a tempo determinato può essere stipulato:
  1. per un periodo non superiore a tre anni, per l’esecuzione di lavori e attività occasionali, stagionali o di breve durata;
  2. fino al completamento di lavori specifici;
  3. per la sostituzione temporanea di un dipendente assente dal lavoro.

Il contratto di lavoro a tempo determinato si trasforma in contratto a tempo indeterminato se il lavoratore continua a lavorare per cinque o più giorni lavorativi dopo la scadenza del periodo concordato senza opposizione scritta del datore di lavoro e la posizione è vacante.

Tutti i contratti di lavoro possono prevedere un periodo di prova non superiore a sei mesi. Durante il periodo di prova il contratto può essere interrotto, senza risarcimento e senza preavviso, sia dal datore di lavore che dal lavoratore se non espressamente concordato diversamente.

Diritti e doveri del lavoratore

Il dipendente ha diritto ad essere retribuito in base alla durata e ai risultati del lavoro svolto.

Inoltre, i lavoratori hanno diritto a piena copertura assicurativa previdenziale e sanitaria per la durata del contratto di lavoro.

Il lavoratore ha il diritto irrinunciabile a ferie annuali retribuite.

Il dipendente deve svolgere le proprie mansioni lavorative in modo accurato e in buona fede.

Il lavoratore deve osservare l’orario di lavoro e le regole interne adottate nell’impresa.

Altri specifici doveri possono infine essere previsti dal contratto di lavoro (ad esempio il divieto di concorrenza e l’obbligo di riservatezza).

Diritti e obblighi del datore di lavoro

Il datore di lavoro è obbligato a pagare la retribuzione concordata per il lavoro svolto. Su richiesta dei dipendenti, il datore di lavoro emette estratti dalle buste paga delle retribuzioni e degli eventuali compensi, sia retribuiti che non retribuiti.

Inoltre, il datore di lavoro ha l’obbligo di conservare un fascicolo di ogni dipendente. Il dossier di lavoro contiene tutti i documenti relativi alla costituzione, esistenza, modifica e cessazione del rapporto di lavoro.

I datori di lavoro hanno inoltre l’obbligo di versare contributi previdenziali e sanitari a favore dei dipendenti.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattarci via e-mail: office@kgmp-legal.com o chiamaci al numero: +359 2 851 72 59.

Invia una richiesta

Contatti
Primo
Scorso